Difficoltà a perdere grasso corporeo È colpa di anemia e basso contenuto di ossigeno

admin | Dicembre 11, 2019 | 0 | Saluto

riferimento ottimale

Problemi a perdere grasso corporeo? L’anemia e la consegna a basso contenuto di ossigeno sono da biasimare? |

Senza ossigeno e glucosio, in quantità sufficienti, la tolleranza all’esercizio fisico, le prestazioni atletiche e la salute generale soffrono tutti. Potresti anche avere problemi a perdere grasso corporeo. Discutiamo perché l’ossigeno è importante e perché i problemi subclinici con la consegna possono ostacolare la tua salute e forma fisica.

Ci sono due cose di cui il corpo ha bisogno per produrre energia: ossigeno e glucosio. Senza nessuno dei due, in quantità sufficiente, la tolleranza all’esercizio fisico, la capacità di perdere peso, le prestazioni atletiche e la salute generale soffrono tutti.

In questo articolo discuteremo il primo: ossigeno. Perché è importante e perché i problemi subclinici con l’erogazione di ossigeno possono ostacolare la tua salute e forma fisica.

++

Nella nostra ricerca di un corpo più snello, più bello e più sano, molte persone guardano alla dieta più recente, a nuovi fantasiosi strumenti di esercizio (ad esempio kettlebell) o al supplemento con le più nuove promesse (ad esempio bacche di acai).

Tuttavia, se non dai una buona occhiata a certi processi fisiologici che, se non funzionano correttamente, i tuoi progressi saranno sabotati rendendo l’ultima nuova moda essenzialmente senza valore.

Come diceva Einstein, “Tutto dovrebbe essere reso il più semplice possibile, ma non più semplice”. Nel perseguimento di obiettivi estetici e di fitness, è tempo di tornare alle origini.

Fisiologia di una cellula: le basi

La maggior parte delle persone con qualche ricordo della lezione di biologia del liceo potrebbe ricordare di aver sentito parlare dei mitocondri. Invece di farti sussultare al pensiero di rivivere la lezione del liceo, ecco tutto ciò che devi veramente sapere.

I mitocondri sono i principali produttori di energia nel nostro corpo. Tecnicamente, creano qualcosa chiamato adenosina trifosfato (ATP), che è la principale fonte di carburante per gran parte dei macchinari del nostro corpo.

I mitocondri sono così importanti che se un numero sufficiente di loro non funziona correttamente, nulla nel tuo corpo includerà organi, ghiandole, muscoli, il nostro cervello, ecc. In realtà, i mitoconidri disfunzionali sono un segno distintivo dell’invecchiamento e di molte malattie croniche.

LEGGERE  Tutto sulle patate

Ci sono due cose che i mitoconidri necessitano per produrre ATP, ossigeno e glucosio. Senza uno di questi due composti in quantità sufficiente, i mitoconidri non produrranno quantità ottimali di ATP per alimentare i processi del nostro corpo.

Ciò può influire direttamente sulla nostra tolleranza all’esercizio fisico o sulla nostra capacità di perdere peso, sulle nostre prestazioni atletiche e sulla nostra salute generale. In questo articolo, ci concentreremo sulla prima delle due fonti di carburante, l’ossigeno.

Fisiologia di un globulo rosso: le basi

Una delle funzioni principali di un globulo rosso è il trasporto di ossigeno nel nostro corpo. Quando un globulo rosso passa attraverso i nostri polmoni, prende le molecole di ossigeno e poi le rilascia ovunque nel corpo di cui ha bisogno. I globuli rossi quindi risalgono ai polmoni per ripetere il ciclo.

Se per qualche motivo i nostri globuli rossi non funzionano correttamente, non saranno in grado di trasportare o fornire ossigeno alle nostre cellule. E ancora, senza ossigeno i mitoconidri non possono funzionare in modo ottimale.

Per usare un’analogia, immagina un’auto sportiva ad alte prestazioni, ad esempio una Ferrari Enzo. Queste auto richiedono la massima qualità di benzina disponibile per raggiungere le massime prestazioni. Qualcosa di meno e continueranno a correre, ma le loro prestazioni ne risentiranno notevolmente.

Lo stesso vale per il nostro corpo. Se il tuo sangue fornisce quantità di ossigeno non ottimali, le cellule del tuo corpo continueranno a funzionare, ma non come se avessero una quantità ottimale di ossigeno.

Puoi prendere tutti i supplementi fantasiosi, ottimizzare il tuo frullato nutrizionale post-allenamento e seguire l’ultimo programma di esercizi, ma se le tue cellule non ricevono ossigeno, nulla di tutto ciò conta davvero.

Mancanza di ossigeno, dal punto di vista medico

Nella medicina convenzionale, una diminuzione della capacità di fornire ossigeno alle cellule viene diagnosticata come anemia, una condizione che si riferisce a una carenza quantitativa e / o qualitativa per i globuli rossi nel fornire ossigeno ai tessuti e agli organi del corpo.

L’anemia può essere causata da un numero qualsiasi di cose: carenza di ferro, carenza di vitamina B12 / folati, eccessiva perdita di sangue (ad es. Mestruazioni pesanti, sanguinamento gastrointestinale), farmaci, condizioni croniche o ereditarie specifiche (ad es. Talassemia), ecc..

LEGGERE  Mangiare quando si è malati Se si nutre un raffreddore, morire di fame

Le tre principali cause di anemia sono:

distruzione dei globuli rossi,

perdita di sangue,

o l’incapacità di produrre un numero adeguato di globuli rossi sani.

Ma anche se non si soffre di anemia, si può comunque avere un apporto di ossigeno non ottimale? Scommetti.

Il problema con i criteri diagnostici

dell intervallo riferimento

Una diagnosi non è altro che un’etichetta applicata a un insieme concordato di segni, sintomi e / o criteri di laboratorio che descrivono la fisiologia andata male. In altre parole, quando la fisiologia si allontana troppo dalla norma, esiste una condizione diagnosticabile.

Tuttavia, uno dei principali problemi della medicina oggi è che i criteri diagnostici si basano spesso su un gruppo di persone malate, non su quelli sani.

Valutazione della ridotta erogazione di ossigeno

Dato che non stiamo parlando di una diagnosi di anemia qui, ti aiutiamo a cercare una fisiologia sub-ottimale che porta a un’incapacità per il tuo corpo di fornire ossigeno alle cellule, che limiterà la tua capacità di raggiungere i tuoi obiettivi di salute e fitness.

Di seguito è riportata una tabella che contiene marcatori per analisi del sangue, intervalli di riferimento normali per tali marcatori – quelli che il medico potrebbe utilizzare per cercare la malattia – e intervalli ottimali per la salute.

Marcatori di sangue

Intervallo di riferimento*

Intervallo di riferimento ottimale

Emoglobina (Hgb)

Femmina 12,1-15,1 g / dl

Femmina 13,5-14,5 g / dl

Maschio 13,6-17,7 g / dl

Maschio 14-15g / dl

Ematocrito (Hct)

Femmina: 36-44 g / dl

Femmina: 27-40 g / dl

Maschio: 41-50 g / dl

Maschio: 40-48 g / dl

RBC

Femmina: 3.8-5.2

Femmina: 3,9-4,5

Maschio: 4.4-5.9

Maschio: 4.2-4.9

MVC

78-98

85-92

MCH

28-34%

27-32%

erogazione ossigeno

MCHC

32-36%

32-35%

RDW

11,5-14,5%

<13%

Ferro

40-155 ug / dL

85-130 ug / dL

TIBC

250-460 ug / dL

250-350 ug / dL

ferritina

18-300 ng / ml

10-122 ng / mlL

Transferritin

15-55%

20-35%

* Da FamilyPracticeNotebook.com. La maggior parte dei laboratori non utilizza questi valori, quindi possono variare in base al lavoro di laboratorio.

LEGGERE  Esaminare i piani dei pasti Questo potrebbe farti ingrassare

Ecco alcune linee guida molto generali che riguardano solo se la tua analisi del sangue rientra nell’intervallo di riferimento del laboratorio. Se non rientra nell’intervallo di riferimento del laboratorio, è necessario consultare un medico.

Se emoglobina, ematocrito, globuli rossi, ferro, MCV, MCH, MCHC e ferritina sono diminuiti al di sotto dell’intervallo di riferimento ottimale e la transferrina aumenta al di sopra dell’intervallo di riferimento ottimale, è possibile considerare una ridotta erogazione di ossigeno a causa del basso contenuto di ferro.

In questo caso, potrebbe essere necessario aumentare il ferro nella dieta, ma prima consultare un medico qualificato.

Se l’emoglobina, l’ematocrito, i globuli rossi sono ridotti al di sotto dell’intervallo di riferimento ottimale, ma MCV, MCHC e MCH sono aumentati al di sopra dell’intervallo di riferimento ottimale, è possibile che si verifichi una ridotta erogazione di ossigeno a causa di carenza di B12, acido folico o entrambi.

In tal caso, potrebbe essere necessario aumentare la B12 nella dieta e / o l’acido folico. Inoltre, la funzione digestiva dovrebbe essere valutata in quanto questo modello è spesso dovuto a scarse capacità di assorbimento.

Esistono molti altri schemi, ma vanno oltre lo scopo di questo articolo e richiedono una valutazione più approfondita. Anzi, li affronteremo un altro giorno.

Conclusione

Nella nostra pratica assistiamo continuamente a modelli di ridotta erogazione di ossigeno: persone con valori ematici all’interno dell’intervallo di riferimento del laboratorio, ma al di fuori dell’intervallo di riferimento ottimale.

In realtà, questo è uno dei primi schemi che cerchiamo perché, se presente, tutto il resto che facciamo per il paziente avrà un valore terapeutico limitato fintanto che il paziente non riceverà ossigeno nelle cellule del suo corpo.

L’ossigeno è uno dei due componenti fondamentali necessari per una corretta produzione di energia a livello cellulare. Meno ossigeno viene erogato, più cellule funzioneranno male.

Ci sono molte possibili ragioni per cui la consegna dell’ossigeno può essere ridotta, due dei quali sono discussi sopra. Altri meccanismi devono essere esclusi e discussi con un medico.

Related Posts

Categorie

Articoli recenti

Tag

Archivi